Che cos’è un hackathon? Questa è sicuramente la prima domanda che tutti si pongono. Se lo sono chiesto anche i ragazzi del Master Elis in Ncl: dopo pochissimi giorni dal loro percorso infatti si sono dovuti cimentare in qualcosa di completamente sconosciuto per loro: condividere una giornata intera con programmatori e ingegneri, aziende e loro rappresentanti, alle prese con la realizzazione di un progetto.

La desinenza della parola rende l’idea della sua caratteristica principale, una vera e propria maratona di ore ed ore, ove i ragazzi spesso dormono nello stesso luogo presso cui lavorano. Gli studenti di Ncl hanno preso parte all’iniziativa strutturata in una giornata e mezza, con rientro serale presso le proprie case: sono stati inseriti ciascuno (o al massimo in gruppi di due) in team che dovevano elaborare un progetto, ricoprendo ognuno un ruolo. Al termine dell’evento l’Elis ha premiato i progetti e le idee migliori. Al di là della mera premiazione, Elis ha voluto fornire ai ragazzi questa possibilità immediata di simulare un ambiente di lavoro, affiancare persone con competenze diametralmente opposte dalle proprie, cercando di capire in pratica ed oltre la teoria cosa si intende per brainstorming, lavoro di gruppo e capacità di adattamento ad un mondo che senz’altro non apparteneva fedelmente al proprio.

Un’esperienza unica e formativa per i ragazzi, affrontata con qualche difficoltà ma altrettanto coraggio: a distanza di mesi i 18 ragazzi del Master Elis in Ncl ancora rimembrano quelle ore come un momento di grande comunione con gente diversa, di formazione e di idea vera e propria di un ambiente di lavoro. Elis è soprattutto questo: la possibilità di mettersi alla prova, di fornire un timbro pratico alla propria offerta didattica, facendo spesso uscire gli studenti dalla zona di comfort.

Situazione che accadrà molto spesso nel loro futuro lavorativo.

Share This: